Differenze tra le versioni di "Kdenlive/Sistemi video"

Although this solution was made for analog television, and digital video allows complete color information in a narrower bandwidth, the YCC scheme was preserved for allowing better compression. The DV25 standard for digital video uses even less bandwidth for the color information, in a luminance/chrominance proportion of 4:1:1 --- which can lead to visual artifacts in operations such as compositing an image with other of a person shot against a blue background (the famous ''chromakey'' composition). The more professional-driven DV50 standard uses 4:2:2 color sampling by default.
-->
Quando si iniziò a progettare la commercializzazione di televisori a colori, un grande numero di persone possedeva già un apparecchio in bianco e nero, e sarebbe stato impensabile costringerle a buttarlo. Inoltre
l'ipotesi di trasmettere programmi televisivi a colori utilizzando tre distinti segnali per i tre colori fondamentali (rosso, verde e blu, in inglese Red, Green e Blue, da cui la sigla RGB) era irrealizzabile a causa dell'ampiezza di banda richiesta dalla trasmissione di tipo analogico. Sarebbe stato necessario trasmettere troppe informazioni per la capacita di un canale televisivo standard, dell'ampiezza di 6 MHz.
 
Gli ingegneri quindi, sfruttando ancora una volta una limitazione della vista umana, trovarono una brillante soluzione: inventarono, al posto del sistema additivo RGB, un sistema di definizione dei colori basato sulla '''sottrazione''', chiamato YCC.
 
La maggior parte di informazione del segnale televisivo a colori analogico è formata dalla '''luminanza''', che definisce soltanto il livello di luminosità di un punto spaziando tra il nero puro e il bianco puro. Questo è esattamente quanto serve per realizzare una trasmissione in bianco e nero, perciò i vecchi apparecchi hanno potuto continuare ad essere utilizzati semplicemente ignorando la parte di informazione relativa al colore. Alla luminanza, ma utilizzando rispetto a questa una quantità molto inferiore di banda, sono stati aggiunti i segnali di '''crominanza''' per la definizione dei colori. Questi segnali sono elaborati dall'apparecchio ricevente, sfruttando un po'di semplice logica dei colori. Se miscelando tutti i colori alla massima luminosità si ottiene il bianco puro --- che corrisponde anche al massimo valore di luminanza ---, i valori corrispondenti ai vari colori possono essere ottenuti sottraendo il relativo valore della crominanza da quello della luminanza.
 
Per l'esattezza, il bianco è composto da circa il 30% di rosso, l'11% di blu e il 60% di verde. Quindi, per ottimizzare l'utilizzo di banda trasmissiva, la luminanza (Y) viene combinata con i due segnali di crominanza relativi al rosso (C<sub>r</sub>) e al blu (C<sub>b</sub>). Diventa semplice ottenere il valore della componente verde di un pixel, applicando la formula G = Y - C<sub>r</sub> - C<sub>b</sub>. Il valore delle componenti blu e rossa si ottengono con le formule B = Y + (C<sub>b</sub> - Y), e R = Y + (C<sub>r</sub> - Y).
 
Di conseguenza, un'immagine a televisiva a colori è definita per una parte dal segnale di luminanza e per il resto da quelli di crominanza (in una proporzione 4:2:2). Si può usare una minore ampiezza di banda per la crominanza perchè il colore necessita di una minor quantità di informazioni, sfruttando il fatto che l'occhio umano è molto più sensibile alle variazioni di luminosità ed ai contorni di un immagine che non alle variazioni di colore. E' possibile verificare questo fenomeno osservando delle immagini composte solo da colori e prive di contorni neri o comunque scuri.
 
Nonostante questa soluzione sia stata ideata per le trasmissioni analogiche, e il video digitale consenta la trasmissione completa delle informazioni relative al colore utilizzando una ridotta ampiezza di banda, si continua ad utilizzare il sistema YCC, allo scopo di ottenere una compressione ancora maggiore. Lo standard video digitale DV25 utilizza una banda ancora minore per l'informazione relativa al colore, con un rapporto luminanza/crominanza 4:1:1 --- che può generare disturbi di visualizzazione in operazioni come quella di combinare un'immagine, con un altra di una persona ripresa su uno sfondo blu (la famosa composizione ''cromakey''). Lo standardDV50, orientato ad un utilizzo più professionale, utilizza un rapporto luminanza/crominanza 4:2:2.
 
[[Categoria:Kdenlive|Sistemi video]]
Utente anonimo