Preservare l'ambiente

Preservare l'ambiente terrestre consiste nel rendere il consumo delle risorse prodotte dalla Terra più lento del tempo che essa impiega a produrle. Infatti la Terra, producendo tali risorse per noi e per gli altri esseri viventi in modo indefinito, non abbiamo garanzie su cosa accadrà in un futuro.

Questo libro è ancora incompleto e contiene una serie di consigli pratici che ciascuno di noi può seguire per ridurre il consumo di risorse ed evitare la destabilizzazione dell'ecosistema terrestre. Il libro si interessa anche di dare una panoramica del mondo industrializzato e delle attitudini, dei comportamenti volti al consumo ad esso associati.

PrincipiModifica

 
Il simbolo internazionale per i materiali riciclabili
  • Rifiuti, riusarli, riciclarli: non acquistare ciò che non ti occorre. Quando compri qualcosa, abbi l'accortezza di comprare oggetti che possano essere riusati o per lo meno riciclati.
    • Riusa: quando fai la spesa utilizza una borsa in tessuto anziché buste di plastica o di carta, in modo da poterla usare più volte. Oppure, semplicemente, riutilizza i sacchetti di plastica più occasioni.
    • Ricicla: dona vecchio materiale, computer, vestiti, libri anziché buttarli. Il riciclaggio di componenti elettroniche prende anche il nome di trashware.
  • Usa materiale riciclabile in ogni occasione, e ovviamente anche oggetti.
  • Cerca di non sprecare (inutilmente quindi) tempo, energia, denaro, materiale, risorse. In generale, questa è una buona cosa. Ovviamente, i pro e i contro vanno esaminati caso per caso, non c'è una legge valida in generale. Ad esempio camminare per andare al lavoro, non è una scusa per arrivare in ritardo tutti i giorni.
  • Sostieni le aziende che si comportano responsabilmente. Non supportare coloro che non lo fanno.
  • Usa il buon senso:
    • Non acquistare materiale solo perché poi più in avanti lo riciclerai. Ad esempio, riciclare bottiglie di plastica, e bicchieri di carta o plastica è un'ottima cosa. Ancora meglio sarebbe riusare una bottiglia o un bicchiere, ad esempio riempiendoli con l'acqua di una fontana.
    • Evita di farti fregare da persone o compagnie che cercano di racimolare denaro in nome della causa ambientalista. Ad esempio, dubbi prodotti etichettati come biologici, prodotti biologici venduti a prezzi esorbitanti.
  • Muoversi nel rispetto della Natura

Il movimento di mezzi e persone è da sempre fonte di aspettative di miglior vita. Un tempo la gente come gli animali si muoveva alla ricerca di una zona dove trovare cibo migliore e possibilità di riprodursi più facilmente in armonia con i cicli della Natura. Con il tempo l'uomo si è stabilizzato ovunque sul nostro globo creando resistenza ai flussi migratori di altri uomini che meno fortunati avevano la necessità di spostarsi. Questa situazione ha creato tensioni e attriti fra i diversi popoli che successivamente sono peggiorati quando gli uomini hanno iniziato a muoversi sempre più in fretta utilizzando mezzi sempre più sofisticati. La situazione attuale somiglia al movimento degli atomi in una pentola a pressione, caotica ed energicamente violenta e non rispettosa degli equilibri Naturali. Il Movimento Eco Compatibile è il ripristino del rispetto della Natura ovvero muoversi in armonia con l'Ambiente. Oggi purtroppo il Movimento è sempre meno Eco Compatibile e le conseguenze sono il caos il traffico e lo stress. Esempi corretti sono il Tai-Chi, il cammino dei pellegrini, o semplicemente una normale passeggiata a piedi o in bicicletta negli ambienti naturali.

A casaModifica

 
Lampada fluorescente compatta a risparmio energetico

PianteModifica

  • Cura un giardino. Ogni nuova pianta che coltiverai, convertirà un po' di CO2 (biossido di carbonio) in O2 (ossigeno). [1]
    • Tutti gli appartamenti o i condomini hanno spazio per almeno una pianta.
    • Ogni appezzamento di terra o strada ha lo spazio per almeno un albero.
    • Quando è possibile, innaffia le piante con acqua riciclata. L'acqua con cui sciacqui i piatti è perfetta.
  • Rimpiazza i prati con altre forme di sottobosco. I prati richiedono molta acqua e tendono a non condividere l'acqua né con le piante vicine né con l'erba vicina.

Lampadine e illuminazioneModifica

  • La prossima volta che devi sostituire una lampadina, usa una lampadina fluorescente, invece di una a incandescenza. Una lampadina fluorescente da 12 W dà tanta luce quanta ne darebbe una lampadina a incandescenza da 60W; poiché quest'ultima converte solamente il 10% dell'energia che le viene data in luce, e la restante energia viene dispersa sotto forma di calore. [2] [3] Ovviamente non per questo se si scelgono lampadine a fluorescenza la stanza sarà più fresca.
  • Riduci il numero di lampadine in una stanza. Una lampadina da 60 W, produce sufficiente luce quanto due lampadine da 40 W.
  • Tieni in considerazione l'energia solare. Comunque prima di prendere una decisione tieni conto della convenienza e del beneficio che ne otterresti nei tuoi lavori domestici.

ElettrodomesticiModifica

 
batterie ricaricabili tipo AA al nichel-metallo idruro (NI-MH)
  • Usa prodotto con certificazione TCO e altre simili etichette come Energy Star.
  • Usa le batterie ricaricabili. Questo riduce il numero di batterie esaurite da dover buttare, e pertanto usando le batterie ricaricabili si riduce la quantità di agenti chimici nocivi nelle zone in cui vengono interrati i rifiuti.
  • Spegni gli elettrodomestici che non usi. Non lasciarli in stand-by. Puoi riconoscere quando un elettrodomestico è in stand-by dal fatto che è accesa una piccola luce (in genere, un LED). In questo caso, premi il pulsante di spegnimento, se c'è.
    Esempi: il televisore, il monitor del computer, e così via.
  • Se usi le ciabatte, compra quelle dotate di tasto ON/OFF.
  • Utilizza la lavastoviglie a carico pieno e usa brevi cicli ogni volta, eccetto che per i piatti più sporchi. [4]
  • Nella lavatrice, imposta il livello d'acqua appropriato per diversi carichi di vestiti; lava e sciacqua il più possibile con acqua fredda.
  • Se usi un'asciugatrice, scegli un modello con classe energetica alta e recupera l'acqua di condensa raccolta nella vaschetta riutilizzandola in altro modo.

Cottura e consumo dei cibiModifica

  • Preferisci metodi di cottura e pietanze che richiedono un minore quantitativo di tempo per cuocersi e meno acqua; ad esempio:
    • Scegli spaghetti n.2 o altra pasta che richiede un minore tempo di cottura; tale informazione è normalmente riportata sulla confezione.
    • Anziché riempire la pentola di acqua per preparare la pasta o altri cibi che necessitano di acqua che va poi "buttata", metti il minimo di acqua possibile: i cibi cuoceranno prima perché l'acqua da scaldare è di meno; in questo caso, ricordati di mescolare più spesso per evitare che il cibo si appiccichi sul fondo e di controllare più spesso per evitare che si bruci; se l'acqua è troppo poca, puoi aggiungerla anche durante la cottura; essendoci meno acqua, deve essere utilizzato anche un quantitativo minore di sale.
  • Riutilizza le bustine di tè: al contrario di quanto si creda, una singola bustina può essere riusata più volte;
  • Non scaldare oltre quanto dovuto: perché mettere il tè in acqua bollente se poi devi aspettare che si raffreddi per berlo? Puoi spegnere il fuoco prima che l'acqua inizi a bollire oppure riscaldare un quantitativo minore di acqua e alla fine aggiungere acqua a temperatura ambiente: in questa maniera le due temperature si mescoleranno per raggiungere la temperatura desiderata e non dovrai più aspettare o "soffiare" per bere.
  • Conserva i semi: se hai un campo o un orto, puoi conservare i semi di frutta e verdura per coltivare la tua frutta o verdura preferita; informati prima su quali piante crescono nella tua zona. I semi di zucca possono inoltre essere sbucciati freschi o essiccati per mangiarne il contenuto.
  • Compra e mangia meno cibi surgelati: mantenere i cibi nei freezer richiede un notevole consumo di energia elettrica.
  • Compra e mangia cibi della tua zona ("a chilometro zero"); i cibi che provengono dalla tua zona hanno viaggiato di meno e quindi necessitano un minore consumo di carburante per il trasporto e impattano meno in termini di emissioni gassose (non solo CO2).
  • Mangia quando possibile cibi crudi: in questa maniera consumi meno energia e quindi produci meno CO2. Alcuni cibi mangiati crudi (ad esempio cavolfiori) hanno inoltre un maggiore apporto nutritivo. Bisogna comunque evitare di mangiare crudi cibi che risultano non commestibili o pericolosi se non vengono cotti, come la carne, il pesce, le patate e le melanzane.
  • Se nella tua città i rifiuti sono differenziati, evita di comprare cibi che hanno confezioni fatte di più materiali (ad esempio: cartone o carta rivestiti di alluminio, carta plastificata, ecc.); tale informazione spesso è riportata sulla confezione. In ogni caso, cerca di acquistare cibi in confezioni riciclabili (carta, polietilene, alluminio, ecc.).
  • Lo zucchero comunemente commercializzato è detto "raffinato" e ha un colore bianco. Tale colore non è naturale, bensì ottenuto tramite un processo industriale chiamato "sbiancamento", che è completamente inutile, in quanto ha l'unico scopo di cambiare colore allo zucchero. Se disponibile nella tua zona, acquista invece zucchero non sbiancato (detto "zucchero grezzo"), che ha le stesse qualità organolettiche e nutritive dello zucchero raffinato, se non migliori. Esiste zucchero grezzo sia di barbabietola sia di canna: non bisogna confondere lo zucchero di canna raffinato (che è anch'esso di colore bruno) dallo zucchero di canna non raffinato (che risulta più opaco e granuloso).

PuliziaModifica

  • I detergenti, saponi e altri prodotti per la pulizia della casa, del bucato e della persona sono spesso dannosi per l'ambiente. Controlla queste informazioni sulla confezione, se riportate, ed evita di acquistare prodotti tossici per l'ambiente o riducine l'utilizzo al minimo. Inoltre tali sostanze sono generalmente anche tossiche. Meglio utilizzare prodotti naturali quando possibile, come ad esempio limone e bicarbonato.
  • Diminuisci il quantitativo di flaconi di plastica buttati acquistando una confezione di ricarica, possibilmente più grande possibile. Infatti un unico flacone più grande contiene generalmente meno plastica rispetto a tanti flaconi più piccoli (ed è anche più conveniente).
  • Non abusare nell'uso del sapone per le mani: una singola goccia è sufficiente a detergere, mentre lavarsi con molto sapone, oltre che inutile, può anche aggredire la pelle, rendendola screpolata e arrossata. Ricorda che il sapone, il bagnoschiuma, lo shampoo e il balsamo sono in fin dei conti sostanze chimiche, quindi vanno utilizzati con discrezione.
  • Come per il sapone, anche il dentifricio va usato in piccola quantità. Lavarsi i denti più spesso (ad esempio 3 volte al giorno) e con meno dentifricio è la soluzione migliore dal punto di vista dell'igiene dentale. Ogni lavaggio dei denti vale sempre come un singolo lavaggio, a prescindere da quanto dentifricio utilizzi.
  • Non avere fretta di buttare i flaconi di bagnoschiuma, shampoo, sapone e simili: se versi un po' d'acqua puoi recuperare la parte che solitamente rimane sul fondo. In questa maniera non butti la quantità residua, favorendo l'ambiente e risparmiando.

Come muoversiModifica

Movimento Eco Compatibile [5]

A piediModifica

 
Cosa c'è di meglio di una passeggiata al parco?

L'uomo è dotato di due gambe che gli permettono di muoversi senza bisogno di altro. A piedi ci si può muovere in diversi modi:

  • Camminando lentamente per pochi Km ogni tanto, utile per rilassarsi passeggiando con amici e non richiede allenamento particolare.
  • Camminando lentamente per molti Km (20 o 30) al giorno, percorsi come i cammini religiosi fatti dai pellegrini utile per motivi religiosi o per tenersi in forma.
  • Camminando rapidamente, utile per fare allenamento e mantenere il sistema cardiaco e respiratorio efficiente.
  • Correndo lentamente, utile per tenersi in forma.
  • Correndo per lunghi tratti, utile per fare allenamento immersi nelle meraviglie della Natura.
  • Correndo velocemente, utile per migliorare la propria forma fisica e la capacità di reazione.

In biciclettaModifica

Quando si dispone di un garage o comunque un box dove poterli custodire, è bene prima di tutto tenerlo in efficienza ergonomica, in particolare del veicolo che si tende a privilegiare mantenendone la fruibilità più liberamente possibile, rispetto (quando presenti) ad altri tipi di veicoli e altri membri del nucleo famigliare. I lucchetti (che sono obbligatori secondo il codice) per non lasciare incustodito il proprio mezzo possono inoltre essere parte con il veicolo oppure trasportabili, a chiavetta o a combinazione. Alcuni rivenditori includono anche la targa apposita che è un buon deterrente per i ladri e utile quando dopo il furto si deve rintracciare.

Se proprio si deve utilizzare la macchinaModifica

  • Assicurati che le gomme siano gonfie. Gomme sgonfie riducono i km per litro.
  • Modula l'acceleratore, quasi mai serve dare dei vigorosi affondi, molto spesso un filo di gas è più che sufficiente
  • Usa quanto più possibile marce lunghe, in modo da minimizzare i giri al minuto del motore e ridurre i consumi
  • Mantieni un'andatura quanto più costante ti è possibile evitando brusche frenate o accelerazioni.
  • Cambia l'olio carburante immediatamente quando occorre. Pulire l'olio riduce le emissioni di biossido di carbonio.
  • Se stai per comprare una nuova macchina, cerca una macchina con un ottimo rapporto tra grandezza e consumo, e soprattutto non comprare una macchina superiore rispetto alle tue esigenze. Esiste poi l'opportunità di acquistare un'automobile ibrida (combustibile-elettricità).
  • Guida il meno possibile:
    • Decidi un giorno della settimana in cui non userai la macchina.
    • Se ne hai l'opportunità, considera di non usare la macchina almeno un fine settimana al mese.

AltroModifica

  • Non regolare il termostato oltre i 20 °C (come previsto dalla legge 10/91 sul risparmio energetico). Ogni grado in più significano il 7% di consumi in più[6][7]
  • La doccia rispetto a un bagno consuma generalmente il 40% dell'acqua in meno. Installa docce a basso consumo e condizionatori regolabili.[8]
  • Ripara i rubinetti che sgocciolano. Installa sciacquoni a stop manuale.
  • Quando lavi i piatti, se l'acqua non è particolarmente sporca, riutilizzala per i successivi lavaggi.
  • Avvolgi la tua caldaia con una coperta per caldaia, specialmente se è situata in una zona non calda della casa. Ciò previene la perdita di calore mediante le radiazioni.
  • Compra solamente prodotti con scadenza tale che tu possa consumarli prima della data di scadenza. Evita di comprare troppo e dover poi buttare le cose perché hanno raggiunto la loro data di scadenza.
  • Non esagerare con saponi e detersivi, se in quantità eccessive incrostano i tubi e in più fanno soffrire il depuratore.
  • Se presente nella tua città porta il tuo olio ad un consorzio che lo raccoglie. Non gettare mai olio nel terreno o ucciderai tutto ciò che viene ricoperto e li non vi cresceranno mai più piante!

VarieModifica

 
Scaffale colmo di libri in una biblioteca
  • Quando usi un foglio per prendere appunti, scrivi su ambedue le facciate.
  • Quando stampi documenti con il computer, stampa ambedue i lati del foglio. Anche se hai la stampante che stampa solo su un lato, puoi aspettare che il foglio stampato su un lato esca dalla stampante per rimetterlo girato dal lato opposto. Inoltre, non gettare i fogli stampati solo su un lato. Questi fogli potrebbero essere riusati una volta che non ti serviranno, come spazi utili per scrivere la lista della spesa, o prendere annotazioni veloci, o per stampare bozze e fogli di brutta.
  • Se riesci a leggere abbastanza bene anche i caratteri piccoli, prova a vedere se la tua stampante ti permette di stampare due pagine di documento in una facciata sola del foglio.
  • Prendi in prestito i libri in biblioteca per prima cosa. Pensa a comprare un libro solamente dopo aver letto il libro preso in prestito e se pensi che l'acquisto ne valga la pena, ad esempio se pensi che consulterai il libro frequentemente nel futuro.

NoteModifica