Embricazione del trauma in Hemingway/Appendice I

Il calculus della memoriaModifica

Relazioni temporali nell'atto del ricordare: Memoria palinscopica (memoria episodica) e Memoria proscopica (memoria semantica). La funzione della memoria proscopica è di aggiornare la conoscenza corrente: quando ricordiamo proscopicamente, non c'è riferimento a particolari eventi passati. La memoria palinscopica fa riferimento ad eventi specifici: il focus mentale della memoria palinscopica è il passato, non il presente; le memorie palinscopiche vengono recuperate da un viaggio mentale indietro nel tempo, nel ricordo.

La memoria episodica di HemingwayModifica

In ARIT, Hemingway costruisce l'atto del ricordo in Cantwell come un'implementazione narrativa e un impegno che ricordano il calcolo infinitesimale (= calculus); la struttura narrativa implica un gioco di spazio e tempo di memoria. Il calculus narrativo di Hemingway si concentra sulla funzione e sul ruolo della memoria. Esplorando la funzione e il ruolo della memoria, Endel Tulving e Martin Lepage in "Where in the Brain is the Awareness of One’s Past" (2000) osservano ed esplorano il calculus della memoria. Suddividendo la memoria in spazi e tempi diversi, Tulving e Lepage osservano le relazioni temporali nell'atto del ricordare come mostrato nella Figura di cui sopra. Nella loro esplorazione, Tulving e Lepage affermano che "l'influenza di Tempo 1 a Tempo 2 si esprime in un ritorno mentale al passato: l'individuo ha una consapevolezza cosciente di rivivere qui e ora qualcosa dell'esperienza del tempo precedente. Poiché questo tipo di memoria consente a un individuo di visitare mentalmente e «vedere» il passato, questo tipo di memoria episodica viene definita memoria «palinscopica» (che guarda indietro). [...]. Inoltre, Tulving e Lepage osservano che «la freccia reversa della memoria episodica può ricominciare a tornare al ricordato Tempo 1 verso l'immaginato Tempo 3 , che seguirà il Tempo 2. Le esperienze episodiche del nostro passato personale diventano un fondamento delle aspettative riguardo al nostro futuro personale e possiamo quindi parlare di individui che ricordano il futuro" (Scarry & Schacter, 212). In questa esplorazione del calcolo della memoria, le nozioni di memoria e l'atto di ricordare esposte da di Tulving e Lepage fanno riferimento a una struttura narrativa modificata della memoria. Questa struttura narrativa modificata della memoria ricorda il movimento che si verifica nella struttura narrativa di ARIT.