Disposizioni foniche di organi a canne/Italia/Piemonte/Città metropolitana di Torino/Ivrea/Ivrea - Chiesa di San Maurizio

Indice del libro


  • Costruttore: Edoardo Rossi e Figli di Milano (MI)[1]
  • Anno: 1932[2]
  • Restauri/modifiche: Carlo Serratrice di Torino (1960, riparazione)
  • Registri: 20
  • Canne: 1600 circa
  • Trasmissione: mista: pneumatico-tubolare per i due manuali e per la pedaliera, meccanica con leva Barker per i comandi dei registri
  • Consolle: appoggiata, al centro della parete anteriore della cassa
  • Tastiere: 2 di 58 note ciascuna (Do1-La5)
  • Pedaliera: piana parallela di 27 note (Do1-Re3)
  • Collocazione: in corpo unico su cantoria in controfacciata
I - Grand'Organo
Principale 16'
Principale 8'
Bordone 8'
Viola 8'
Flauto 4'
Unda maris 8'
Ottava 4'
Duodecima 2.2/3'
Quintadecima 2'
Pieno 4 file
Pieno 2 file
Tromba 8'
II - Espressivo
Principalino 8'
Ottava 4'
Flauto 4'
Violini 8'
Oboe 8'
Voce corale 8'
Tremolo
Pedale
Basso 16'
Basso 8'

NoteModifica

  1. Strumento costruito utilizzando parte della fonica del precedente organo realizzato da Felice Bossi nel 1851, frutto dell'ampliamento di uno strumento settecentesco di costruttore ignoto.
  2. Inaugurato il giorno 11 ottobre dello stesso anno

BibliografiaModifica

Vasco Acotto, Organi e organisti nella Diocesi di Ivrea, Ivrea, Tipografia Ferraro, 1985.

Collegamenti esterniModifica