Disposizioni foniche di organi a canne/Italia/Piemonte/Città metropolitana di Torino/Caselle Torinese/Caselle Torinese - Chiesa della Confraternita di Santa Croce

Indice del libro


  • Costruttore: Giovanni Battista e Francesco Maria Concone di Torino (TO)
  • Anno: 1755-56
  • Restauri/modifiche: Fratelli Concone (1772, riparazione), Giuseppe Maria Velatta (1802, riparazione)[1], organaro ignoto (XIX secolo, modifiche)[2], Dell'Orto & Lanzini (2011, restauro conservativo)[3]
  • Registri: 10
  • Canne: ?
  • Trasmissione: meccanica sospesa
  • Consolle: a finestra, al centro della parete anteriore della cassa
  • Tastiere: 1 di 47 note (Do1-Re5) con prima ottava corta
  • Pedaliera: a leggio di 14 note (Do1-Fa2) con prima ottava corta, permanentemente unita alla tastiera e priva di registri propri
  • Collocazione: in corpo unico sulla cantoria in controfacciata
  • Accessori: Tremolo a manetta
Manuale
Principale 8'
Ottava 4'
Quintadecima 2'
Decimanona 1.1/3'
Vigesimaseconda 1'
Vigesimasesta 2/3'
Vigesimanona 1/2'
Flauto in VIII 4'
Cornetto 3 file 2.2/3'[4]
Voce umana 8'[5]
Tremolo

NoteModifica

  1. Ricostruzione delle canne del prospetto e di alcune interne, distrutte in un incendio avvenuto nel 1799
  2. Sostituzione della tastiera (prima ottava resa cromatica), della pedaliera (rifatta a leggio a tasti lunghi con prima ottava cromatica) e aggiunta di canne al Pedale,asportate nel restauro del 2011
  3. Ripristino delle condizioni originali dello strumento, con ricostruzione del materiale fonico mancante, della tastiera e della pedaliera (secondo il modello originale)
  4. da Re3. File in XII, XV e XVII
  5. da Re3

Collegamenti esterniModifica