Disposizioni foniche di organi a canne/Italia/Friuli-Venezia Giulia/Ente di decentramento regionale di Trieste/Trieste/Trieste - Chiesa di San Vincenzo de' Paoli

Indice del libro


Organo san vincenzo trieste.jpg
  • Costruttore: Mascioni (Opus 928)
  • Anno: 1970-1971[1]
  • Restauri/modifiche: no
  • Registri: 25
  • Canne: 1535
  • Trasmissione: elettrica
  • Consolle: due: consolle maggiore a due manuali, in cantoria; consolle ausiliare a manuale unico, a pavimento nell'aula
  • Tastiere: 2 di 61 note ciascuna (Do1-Do6)
  • Pedaliera: concavo-radiale di 32 note (Do1-Sol3)
  • Collocazione: in corpo unico, sulla cantoria in controfacciata
  • Note: la cassa lignea è quella del precedente organo Rieger.
I - Grand'Organo
Principale 8'
Flauto 8'
Flauto 4'
Ottava 4'
Decimaquinta 2'
Decimanona 1.1/3'
Vigesimaseconda 1'
Ripieno 4 file 2/3'
Tromba 8'
II - Espressivo
Principale 8'
Bordone 8'
Ottava 4'
Nazardo 2.2/3'
Ottavino 2'
Decimino 1.3/5'
Ripieno 2 file 1.1/3'
Cromorno 8'
Voce umana 8'
Tremolo
Pedale
Basso dolce 16'
Subbasso 16'
Principale 8'
Bordone 8'
Ottava 4'
Superottava 2'
Tromba 8'

Organo precedenteModifica

  • Costruttore: Rieger (Opus 1831)
  • Anno: 1913[2]
  • Restauri/modifiche: Federico Paccagnella (1926, restauro), Zanin (1936, restauro)
  • Registri: 25
  • Canne: 1398
  • Trasmissione: pneumatico-tubolare
  • Consolle: fissa indipendente, al centro della cantoria
  • Tastiere: 2 di 58 note ciascuna (Do1-La5)
  • Pedaliera: dritta di 30 note (Do1-Fa3)
  • Collocazione: in corpo unico, sulla cantoria in controfacciata
  • Note: organo rimosso nel 1970 (ad eccezione della cassa) e collocato nella chiesa dei Santi Pietro e Paolo a Trieste.
I - Grand'Organo
Principale 8'
Bordone 16'
Flauto concavo 8'
Viola gamba 8'
Capricorno 2'
Coperto 8'
Tromba 8'
Ottava 4'
Flauto 4'
Mistura 6 file
II - Espressivo
Principalino 8'
Flauto armonico 8'
Salicional 8'
Flauto di tuba 8'
Eolina 8'
Voce celeste 8'
Flauto traverso 4'
Armonia eterea 3 file
Pedale
Violone 16'
Subbasso 16'
Basso ottava 8'
Cello 8'

NoteModifica

  1. inaugurato il 30 novembre 1971 da Luigi Toja.
  2. installato nella chiesa il 22 febbraio 1914, inaugurato da Gastone Zuccoli il 19 marzo 1914

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica