Disposizioni foniche di organi a canne/Francia/Grand Est/Haute-Marne/Langres/Langres - Cathédrale Saint-Mammès

Indice del libro


Organo maggioreModifica

   


  • Costruttore: Jean Treuillot
  • Anno: 1715
  • Restauri/modifiche: Jean Richard e Jean-Baptiste Gavot (1788, ampliamento), ? (1837, ampliamento), Jean-Pierre Jaquot (1875, rifacimento), Humblot (1931, restauro e modifiche), Haerpfer-Ermann (1972-1975, ricostruzione)[1]
  • Registri: 53
  • Canne: ?
  • Trasmissione: meccanica
  • Consolle: a finestra, al centro della parete anteriore della cassa
  • Tastiere: 4 di 56 note (Do1-Sol5, l'Écho è reale in Do3-Sol5)
  • Pedaliera: concavo-parallela di 30 note (Do1-Fa3)
  • Collocazione: in corpo unico con positivo tergale, sulla cantoria in controfacciata[2]
I - Positif-de-dos
Cornet V
Montre 8'
Prestant 4'
Bourdon 8'
Nazard 2.2/3'
Doublette 2'
Tierce 1.3/5'
Trompette 8'
Clairon 4'
Cromorne 8'
Fourniture IV
Cymbale III
II- Grand-Orgue
Cornet V
Montre 16'
Montre 8'
Bourdon 16'
Bourdon 8'
Flûte 8'
Flûte 4'
Prestant 4'
Grosse tierce 3.1/5'
Nazard 2.2/3'
Doublette 2'
Tierce 1.3/5'
Bombarde 16'
Trompette 8'
Clairon 4'
Voix humaine 8'
Fourniture IV
Cymbale IV
III - Recit expressif
Principal 8'
Principal 4'
Flûte 4'
Flûte 2'
Quintaton 16'
Voix céleste 8'
Bourdon 8'
Fourniture V
Cornet V
Trompette 8'
Clairon 4'
Basson-hautbois 8'
Bombarde 16'
IV - Echo
Cornet V
Trompette 8'
Pédale
Bourdon 32'
Flûte 16'
Flûte 8'
Soubasse 16'
Flûte 4'
Bombarde 16'
Trompette 8'
Clairon 4'

Organo del coroModifica

  • Costruttore: Ducroquet
  • Anno: 1852
  • Restauri/modifiche:
  • Registri: 8
  • Canne: ?
  • Trasmissione: meccanica
  • Consolle: fissa indipendente, davanti al corpo d'organo
  • Tastiere: 1 di 54 note (Do1-Fa5)
  • Pedaliera: dritta di 25 note (Do1-Do3)[3]
  • Collocazione: in corpo unico, a pavimento sotto l'arcata di sinistra del coro
Manuel
Bourdon 16'
Bourdon 8'
Salicional 8'
Flûte harmonique 8'
Flûte 4'
Doublette 2'
Trompette 8'
Clairon 4'
Pédale
Soubasse 16'

NoteModifica

  1. inaugurato il 14 settembre 1975 da Gaston Litaize.
  2. costruito per la chiesa abbaziale di Morimond, trasferito nell'attuale collocazione nel 1792.
  3. installata nel 1934 in sostituzione di quella originaria di 30 note.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica