Disposizioni foniche di organi a canne/Europa/Svizzera/Canton Ticino/Distretto di Lugano/Lugano/Lugano - Chiesa di Santa Maria degli Angeli

Indice del libro


Lugano 032.JPG
  • Costruttore: Mascioni (Opus 861)
  • Anno: 1965[1]
  • Restauri/modifiche: no
  • Registri: 36 (25 reali)
  • Canne: ?
  • Trasmissione: elettropenumatica
  • Consolle: mobile indipendente, a pavimento
  • Tastiere: 2 di 61 note (Do1-Do6)
  • Pedaliera: concavo-radiale di 32 note (Do1-Sol3)
  • Collocazione: in corpo unico, sulla cantoria nella parete interna del tramezzo
I - Grand'Organo
Bordone 16'
Principale 8'
Flauto armonico 8'
Bordone amabile 8'
Dulciana 8'
Ottava 4'
Flauto a camino 4'
Decimaquinta 2'
Decimanona 1.1/3'
Vigesimaseconda 1'
Ripieno 4 file 1.1/3'
Tromba 8'
Voce umana 8'
II - Espressivo
Principale 8'
Bordone 8'
Viola da gamba 8'
Coro viole 8'
Flauto 4'
Nazardo 2.2/3'
Silvestre 2'
Decimino 1.1/3'
Pienino 3 file 2'
Oboe 8'
Voce celeste 8'
Tremolo
Pedale
Basso acustico 32'
Subbasso 16'
Bordone 16'
Basso 8'
Bordone 8'
Dolce 8'
Quinta 5.1/3'
Flauto 4'
Superottava 2'
Controfagotto 16'
Fagotto 8'
Trombina 4'

Strumenti precedentiModifica

Organo Mascioni (1935-1964)Modifica

  • Costruttore: Mascioni (Opus 358)
  • Anno: 1926
  • Registri: 21 (19 reali)
  • Canne: ?
  • Trasmissione: pneumatico-tubolare
  • Consolle: ?
  • Tastiere: 3 di 58 note (Do1-La5)
  • Pedaliera: di 30 note (Do1-Fa3)
  • Collocazione: in corpo unico, sulla cantoria nella parete interna del tramezzo
  • Note: strumento costruito nel 1926 per l'abitazione di mons. Paolo Della Parta a Trento e trasferito nel 1935 nella chiesa di Santa Maria degli Angeli a Lugano. Nel 1964 è stato acquistato dalla chiesa di San Martino di Tours a Camorino per poi essere smantellato nel 1994.
I - Grand'Organo
Principale 8'
Flauto 8'
Viola 8'
Gamba 8'
Ottava 4'
II - Positivo aperto
Bordone 16'
Quintadena 8'
Viola 8'
Flauto 4'
Voci corali 8'
III - Espressivo
Bordone 8'
Salicionale 8'
Voce celeste 8'
Dolce 4'
Pienino 3 file
Pedale
Armonica 16'
Bordone 16'
Quinta 10.2/3'
Dolce 8'
Bordone 8'

NoteModifica

  1. inaugurato il il 17 dicembre 1965 da Verena Lutz.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica