Ceramica a Pisa/Bibliografia

Indice del libro
  • Un goût d’Italie. Céramiques et céramistes italiens en Provence du Moyen Age au XXème siècle (autori vari), Aubagne, 1993.
  • E. Abela, La chiesa rinascimentale di S. Giustina a Lucca. La ricostruzione di un monumento scomparso attraverso il confronto tra i risultati delle indagini archeologiche e le fonti documentarie, in Momus, VII - VIII, 1997, pp. 26-39.
  • E. Abela Bernardi et. al, Ripafratta (Pisa). 3 (autori vari), in Archeologia Medievale, XVI, 1989, pp. 425-498.
  • D. Abulafia, The Great sea: a human history of the Mediterranean, p. 180, Oxford, Oxford University Press, 2013, ISBN 978-0199315994.
  • D. Abulafia, The Pisan 'bacini' and the medieval Mediterranean economy: a historian's viewpoint, Papers in Italian Archaeology IV: the Cambridge Conference, Part IV, Classical and Medieval Archaeology.
  • C. Agrippa, E. Boldrini, L. Capelli, M. L. Ceccarelli Lemut, C. Cucini, F. Cuteri, R. Francovich, S. Guideri, G. Paolucci, R. Parenti, A. Rovelli e A. Vannini, Un villaggio di minatori e fonditori di metallo nella Toscana del medioevo: S. Silvestro (Campiglia Marittima), in Archeologia Medievale, XII, 1985, pp. 313-401.
  • A. Alberti, La maiolica arcaica della u. s. 1/1983, in E. Abela Bernardi et al., in Ripafratta (Pisa). 3, Archeologia Medievale, XVI, 1989, pp. 441-444.
  • A. Alberti, Maiolica arcaica, in F. Redi (a cura di), Medioevo vissuto. Primi dati sulla cultura materiale del castello di Ripafratta. I reperti dello scavo, Pisa, Giardini, 1990, pp. 53-60.
  • R. Albertini, Le site défensif des Pilone (commune de Montegrossu), in H. Marchesi (a cura di), Recherches récentes d’archéologie médiévale en Corse, “Patrimoine d’une île. Patrimoniu isulanu”, Ajaccio, 1995, pp. 35-39.
  • A. Alberti e M. Baldassarri, Prima delle Vettovaglie: gli scavi archeologici nella piazza, in Architetture pisane, nº 3, pp. 42-49.
  • A. Alberti e M. Giorgio, Vasai e vasellame a Pisa tra Cinque e Seicento. La produzione di ceramica attraverso fonti scritte e archeologiche. Con testi di C. Capelli, G. Clemente, M. Febbraro, A. Fornaciari, D. Stiaffini. I edizione, Pisa, Società Storica Pisana, 2013, ISBN 978-88-6019-718-4.
  • A. Alberti e M. Giorgio, Nuovi dati sulla produzione di ceramica a Pisa tra XI e XII secolo, in F. Cantini e C. Rizzitelli (a cura di), Una città operosa. Archeologia della produzione a Pisa tra Età romana e Medioevo, Firenze, 2018, pp. 29-36.
  • A. Alberti e D. Stiaffini, Una fornace di epoca moderna a Pisa: indagine archeologica e ricerca di archivio. Notizie preliminari, Atti Convegno Internazionale della Ceramica, XXVIII, 1995, pp. 23-30.
  • A. Alberti e C. Tozzi, Ceramiche ingobbiate di produzione pisana m. XV - m. XVII, in S. Bruni (a cura di), Pisa. Piazza Dante: uno spaccato della storia pisana. La campagna di scavo 1991, Pontedera, 1993, pp. 605-632.
  • J. W. Allan, Abû’l-Qâsim’s treatise on ceramics, Acts Iran, XI, 1973, pp. 110-120.
  • A. C. Ambrosi e A. Gardini, I santuari “d’Abri” nelle Apuane e i livelli medievali della Tecchia di Equi (Massa Carrara), in Archeologia Medievale, II, 1975, pp. 367-377.
  • F. Amigues, Les importations de céramiques espagnoles et italiennes en languedoc-Roussillon (XVeme - XVIIeme siècles): l’exemple de Narbonne, Atti Convegni Internazionali della Ceramica, Albisola - Savona, XXXI, 1998, pp. 207-221.
  • H. Amouric, G. Demians d’Archimbaud e L. Vallauri, De Marseille au Languedoc et au Comtat Venaissin: les chemins du vert et du brun, in Le vert & le brun, 1995, pp. 185-233.
  • H. Amouric, F. Richez e L. Vallauri, Vingt mille pots sous les mers, Aix-en-provence, 1999.
  • F. Andreazzoli, M. Baldassarri e R. Mirandola, Pisa, canonica di Sant’Apollonia, in Archeologia Medievale, XXIX, 2002, pp. 389 - 390..
  • F. Anichini e G. Gattiglia, Nuovi dati sulla topografia di Pisa medievale tra X e XVI secolo. Le indagini archeologiche di Piazza S. Omobono, via Uffizi, via Consoli del Mare e via Gereschi, in Archeologia Medievale, XXXV, 2009, pp. 121-150.
  • T. Antoni, I “partitari” maiorchini del Lou dels Pisans, relativi al commercio dei Pisani nelle Baleari (1304-1322 e 1353-1355), in Biblioteca del “Bollettino Storico Pisano”, Collana Storica, nº 18, Pisa, Pacini, 1977.
  • C. Arias e G. Berti, L’analisi con Fluorescenza a Raggi X nello studio dei rivestimenti vetrosi di gruppi di ceramiche, Atti del VI Convengno Internazionale della Ceramica, Albisola, 1973, pp. 127 - 134.
  • C. Arias, G .Berti e L. Tongiorgi, Caratteristiche tecniche di alcuni di tipi di ceramica (XI - XVI secolo). Ingobbiatura e fenomeni di schiarimenti degli impasti, Atti del VIII Convengno Internazionale della Ceramica, Albisola, 1975, pp. 137-149.
  • M. Baldassarri, Pisa. Le indagini archeologiche nel cortile settentrionale del Museo di San Matteo, in Notiziario della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, nº 2, 2007, pp. 199-203.
  • M . Baldassarri et al., L’intervento archeologico nel cortile settentrionale del monastero di San Matteo in Pisa (campagna 2003), in Archeologia Postmedievale, nº 8, 2005, pp. 163-198.
  • M. Baldassarri (a cura di), Pisa città della ceramica. Mille anni di economia e d’arte, dalle importazioni mediterranee alle creazioni contemporanee. Biblioteca del Bollettino Storico Pisano. Collana arte, Pisa, Pacini editore, 2018, ISBN 978-88-6995-472-6.
  • G. Ballardini, Note sui "bacini" romanici e in particolare su alcuni "bacini" orientali in S. Sisto di Pisa, in Faenza, XVII, 1929.
  • O. Banti (a cura di), Il fiume, la campagna, il mare. Reperti Documenti Immagini per la storia di Vecchiano, Pontedera, 1988.
  • L'amico della ceramica. Guida per i collezionisti di terracotta, maiolica, porcellana G. G. Batini, Firenze, Vallecchi, 1974.
  • Lo scavo del castello di Molassana, in Archeologia Medievale, I, 1974, pp. 19-53.
  • E. Bellatalla, A. Bertino e A. Gardini, Lo scavo dell’area suburbana in via S. Vincenzo a Genova, in Archeologia Medievale, XVI, 1989, pp. 357-410.
  • F. Benente, Note sulla maiolica arcaica a Savona e in Liguria tra XV e XVI secolo, Albisola - Atti XXIV Convegno Internazionale della Ceramica, Albisola, 1991, pp. 91-108.
  • F. Benente, La maiolica ligure del XVI secolo in alcuni contesti della Liguria di Levante, Atti Convegni Internazionali della Ceramica, Albisola - Savona, XXV, 1992, pp. 95-210.
  • C. Bernat, M. Cicconi e D. Restagno, Una discarica di ceramica cinquecentesca sotto la vecchia ferrovia di Albisola Marina, Atti Convegni Internazionali della Ceramica, Albisola - Savona, XXV, 1992, pp. 117-134.
  • G. Berti, Pisa. Le produzioni locali dei secoli XIII - XVII dal Museo Nazionale di S. Matteo, in G. C. Bojani (a cura di), Ceramica toscana dal Medioevo al XVIII secolo, Catalogo della Mostra-Monte S. Savino, Roma, Rotoedit, 1990, pp. 220-253.
  • G. Berti, Le produzioni graffite in Toscana fra XV e XVII secolo, in S. Gelichi (a cura di), Alla fine della Graffita. Ceramiche e centri di produzione nell’Italia settentrionale tra XVI e XVII secolo, Convegno - Argenta, 1992, Firenze, All’Insegna del Giglio, 1992, pp. 187-205.
  • G. Berti, Introduzione di nuove tecniche ceramiche nell’Italia centro settentrionale, in Atti del Convegno Italo-Spagnolo di Archeologia Medievale, Acculturazione e mutamenti. Prospettive nell’Archeologia Medievale del Mediterraneo, Pontignano (SI), 1993, Quaderni del Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti. Sezione archeologica - Università di Siena, 1993a, pp. 263 - 283.
  • G. Berti, Ceramiche islamiche (IS). 2°m. X-1°m. XIII, Piazza Dante, Pisa, 1993b, pp. 535-582.
  • G. Berti, Pisa, dalle importazioni islamiche alle produzioni locali di ceramiche con rivestimenti vetrificati (2° metà X -1° metà XVII secolo), Piazza Dante, Pisa, 1993c, pp. 119-143.
  • G. Berti, Pisa - A seafaring Republic. Trading relation with islamic countries in the light of ceramic testimonies (2nd half of 10th to middle of 13th Century), Colloque d’Archeologie Islamique IFAO, Le Caire, 1993d.
  • G. Berti, II. I “Bacini” ceramici della Toscana, Atti del XXVI Convengno Internazionale della Ceramica, Albisola, 1993e, pp. 101-138.
  • G. Berti, Le produzioni graffite in Toscana fra XV e XVII secolo, in S. Gelichi (a cura di), Alla fine della graffita. Ceramiche e centri di produzione nell’Italia settentrionale tra XVI e XVII secolo (Atti del Convegno degli Studi - Argenta, 1992), Firenze, 1993f, pp. 187-205.
  • G. Berti, Ingobbiate e graffite di area pisana. Fine XVI - XVII secolo, Atti Convegno Internazionale della Ceramica, XXVII, 1994, pp. 355-392.
  • G. Berti, Ceramiche medievali e rinascimentali, in Museo Archeologico Versiliese Bruno Antonucci. Pietrasanta, Viareggio, Arti Grafiche M e G. Pezzini, 1995a, pp. 194-216.
  • F. Berti, Storia della ceramica di Montelupo. Uomini e fornaci in un centro di produzione dal XVI al XVIII secolo. I. La ceramica da mensa dalle origini alla fine del V secolo, Montelupo Fiorentino, 1997.
  • G. Berti, Ceramiche medievali tunisine a Pisa. “Testimonianze materiali” di rapporti politici e commerciali tra la fine del X e la metà del XIII secolo, in Tunisia e Toscana, a cura di V.A. Salvadorini, Pisa, Edistudio, 2002a, pp. 51-82.
  • G. Berti, La ceramica tunisina “a cobalto e manganese” in Toscana, Atti del XXXV Convengno Internazionale della Ceramica, Albisola, 2002b, pp. 89-102.
  • G. Berti, Pisa. Le ceramiche ingobbiate “Graffite a Stecca”. Secc. XV - XVII (Museo Nazionale di San Matteo), Borgo San Lorenzo (FI), All'insegna del Giglio, 2005, ISBN 88-7814-487-8.
  • G. Berti, I “bacini” islamici del Museo Nazionale di San Matteo - Pisa: vent’anni dopo la pubblicazione del Corpus, in Studi in onore di Umberto Scerrato per il suo settantacinquesimo compleanno, a cura di M. V. Fontana e B. Genito, Napoli, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, 2003a, pp. 121-151.
  • G Berti e L.Cappelli, Lucca. Ceramiche medievali e postmedievali (Museo Nazionale di Villa Guinigi). I. Dalle ceramiche islamiche alle “maioliche arcaiche”. Secc. XI-XV, in Ricerche di Archeologia Altomedievale e Medievale, 19-20, Firenze, All’Insegna del Giglio, 1994.
  • G. Berti e S. Gelichi, Le "anforette" pisane: Note su un contenitore in ceramica tardo-medievale, in Archeologia Medievale, XXII, 1995a, pp. 191-240.
  • G. Berti e S. Gelichi, Mille chemins ouverts en Italie, in Le vert et le brun, 1995c, pp. 128-163.
  • G. Berti e M. Giorgio, Ceramiche con coperture vetrificate usate come “bacini” - Importazioni a Pisa e in altri centri della Toscana tra fine X e XIII secolo, Firenze, All’Insegna del Giglio, 2011.
  • G. Berti e S. Menchelli, Pisa. Ceramiche da cucina, da dispensa, da trasporto, dei secoli X-XIV, in Archeologia Medievale, XXV, 1998, pp. 307-333.
  • G. Berti e R. Parenti, L’inserimento delle ceramiche nell’architettura. Il caso di San Romano a Lucca, in Archeologia Medievale, XXI, 1994, pp. 193-211.
  • G. Berti e C. Renzi Rizzo, Pisa. Le “maioliche arcaiche”. Secc. XIII-XV. (Museo Nazionale di San Matteo). Appendice di C. Renzi Rizzo, “Nomina Vasorum”, Ricerche di Archeologia Altomedievale e Medievale, 23-24, Firenze, All’Insegna del Giglio, 1997, ISBN 88-7814-120-8.
  • G. Berti e C. Renzi Rizzo, Pisa: produzione e commercio delle ceramiche del XV secolo (notizie preliminari), Atti Convegno Internazionale della Ceramica, XXXIII, 2000, pp. 127-148.
  • G. Berti e D. Stiaffini, Ceramiche e corredi comunità monastiche tra ‘500 e ‘700: alcuni casi toscani, in Archeologia Postmedievale, nº 5, 2001, pp. 69-103.
  • G. Berti e L. Tongiorgi, I bacini ceramici delle chiese della provincia di Pisa con nuove proposte per la datazione della ceramica spagnola “tipo Pula”, in Faenza, LX, 1974, pp. 67-79.
  • G. Berti e L. Tongiorgi, Les céramiques décoratives sur les églises romanes de Corse, in Cahiers Corsica, 53-54, 1975b.
  • G. Berti e L. Tongiorgi, Ceramica Pisana – Secoli XIII – XV. "Biblioteca di Antichità pisane", I, Pisa, Pacini Editore, 1977a.
  • G. Berti e L. Tongiorgi, La céramique, in AA. VV., Le Castello et la Rocca Féodale en Corse. III - La torre dei Motti a Luri, in Cahiers Corsica, 65-67, 1977b, pp. 43-67.
  • G. Berti e L. Tongiorgi, I bacini ceramici medievali delle chiese di Pisa, in Quaderni di Cultura Materiale, nº 3, Roma, “L’ERMA” di Bretschneider, 1981a.
  • G. Berti e E. Tongiorgi, Aspetti della produzione pisana di ceramica ingobbiata, in Archeologia Medievale, IX, 1982, pp. 141- 174.
  • G. Berti, C. Capelli e T. Mannoni, Ingobbio/ingobbi e gli altri rivestimenti nei percorsi delle conoscenze tecniche medievali, Atti Convegni Internazionali della Ceramica, Albisola - Savona, XXXIV, 2001, pp. 9-15.
  • G. Berti, L. Cappelli e E. Tongiorgi, Considerazioni su produzioni di ceramiche ingobbiate e graffite di alcuni centri della Toscana nord-occidentale, Atti XIX Convegno Internazionale della Ceramica, Albisola, 1986, pp. 155-166, (E. C., disegni a p. 165=Fig.2, a p. 166=Fig. 1).
  • G. Berti, F. Gabrielli e R. Parenti, Bacini e Architettura. Tecniche di inserimento e complesso decorativo, Atti del XXVI Convengno Internazionale della Ceramica, Albisola, 1993, pp. 243-264.
  • G. Berti, S. Gelichi e T. Mannoni, Trasformazioni tecnologiche nelle prime produzioni italiane con rivestimenti vetrificati (secc. XII-XIII), Atti Aix-en-Provence, Aix-en-Provence, 1995.
  • F. Berti, G. Migliori e E. Daini, Tecnologia della Ceramica Antica. Museo Archeologico e della Ceramica di Montelupo. Sezione didattica “Ezio Tongiorgi”, Montelupo Fiorentino, Centro Stampa Museo Montelupo, 1989.
  • G. Berti, M. Hobart e F. Porcella, “Protomaioliche” in Sardegna, Atti del XXIII Convengno Internazionale della Ceramica, Albisola, 1990, pp. 153-167.
  • M. Biasotti et al., Scavo dell’area ovest del villaggio abbandonato di Monte Zignago: Zignago 3, in Archeologia Medievale, XII, 1985, pp. 213-243.
  • A. Boato et al., Scavo dell’area est del villaggio abbandonato di Monte Zignago: Zignago 4, in Archeologia Medievale, XVII, 1990, pp. 355-410.
  • F. Bonaini, Statuti inediti della città di Pisa dal XII al XIV secolo, 1-3, Firenze, G.P. Vieusseux, 1854-1870.
  • F. Bonora, Scavo di una fornace da campana in S. Andrea di Sarzana, in Archeologia Medievale, II, 1975, pp. 123-148.
  • S. Bruni (a cura di), Pisa. Piazza Dante: uno spaccato della storia pisana. La campagna di scavo 1991, Pontedera, Bandecchi e Vivaldi, 1993.
  • S. Bruni, E. Abela e G. Berti, Ceramiche con rivestimenti vetrificati (islamiche, bizantine, graffite liguri, pisane) (pp. 207-228), in Graziella Berti (a cura di), Ricerche di archeologia medievale a Pisa. I. Piazza dei Cavalieri, la campagna di scavo 1993, Biblioteca di Archeologia Medievale, nº 17, Firenze, All’Insegna del Giglio, 2000.
  • M. Burresi, M. Cataldi e M. Ratti, Gli edifici di culto a Pisa tra i sec. XVI e XVII: persistenze e mutamenti, in Autori Vari. Livorno e Pisa: due città e un territorio nella politica dei Medici, Pisa, Nistri-Lischi e Pacini, 1980, pp. 288-311.
  • M. C. Busi, Contributo alla conoscenza della ceramica acroma pisana: i materiali della Torre della Fame a Pisa, in Archeologia Medievale, XI, 1984, pp. 465 – 476.
  • D. Cabona, T. Mannoni e O. Pizzolo, Gli scavi del complesso medievale di Filattiera in Lunigiana. 1: La collina di S. Giorgio, in Archeologia Medievale, IX, 1982, pp. 331-357.
  • C. Calisse (a cura di), Liber Maiolichinus de gestis Pisanorum illustribus, Roma, Istituto Storico Italiano. Fonti per la Storia d’Italia, 1904.
  • A. Cameirana, Contributo per una topografia delle antiche fornaci ceramiche savonesi, Atti II Convegno Internazionale della Ceramica, Albisola, 1969, pp. 61-72.
  • A. Cameirana, Esempi di prime smaltate a Savona. Il pavimento dell’antico convento di S. Francesco, in Faenza, LIX, 1973, pp. 132-137.
  • C. Capelli, S. Gavagnin e A. Gardini, Ingobbiate monocrome di produzione locale e di importazione a Genova (Palazzo Ducale) tra XI e XII secolo. Problemi tipologici e archeometrici, Atti Convegni Internazionali della Ceramica, Albisola - Savona, XXXIV, 2001, pp. 25-35.
  • A. Cascarella, M. De Marco e G. Pasquinelli, Testimonianze archeologiche della produzione ceramica a Pomarance, in Archeologia Medievale, XIV, 1987, pp. 277-288.
  • G. Casini, I bacini di S. Cecilia a Pisa, in Faenza, XXVI, 1938, pp. 51-57.
  • B. Casini, Il catasto di Pisa del 1428-29, in Pubblicazioni della Società Storica Pisana - Collana Storica, nº 2, Pisa, 1964.
  • B. Casini, Aspetti della vita economica e sociale dal Catasto del 1428-1429, Pisa, 1965.
  • A. Castelli, G. Deferrari e P. Ragagli, La ceramica fine da mensa tardomedievale nel castello di Andora, Atti XXIV Convegno Internazionale della Ceramica, Albisola, 1991, pp. 109-121.
  • M.L. Ceccarelli Lemut, Nel segno di Pietro. La basilica di S. Piero a Grado da luogo della prima evangelizzazione a meta di pellegrinaggio medievale, a cura di S. Sodi, Atti del Convegno di studi (S. Piero a Grado, 5 - 6 maggio 2000), Pisa, Felici, 2003.
  • J. Chausserie Lapree e N. Nin, Présence italienne aux Martigues, in autori vari, 1993, pp. 32-43.
  • G. Ciampoltrini, Scarichi di fornace tardomedievale in comune di Palaia (PI), in Archeologia Medievale, VI, 1979, pp. 359-366.
  • G. Ciampoltrini, La maiolica arcaica del Medio Valdarno Inferiore, in Archeologia Medievale, VII, 1980, pp. 507-520.
  • G. Ciampoltrini, Piazza al Serchio (LU): Scavo dei resti della “Pieve vecchia”. Notizia preliminare, in Archeologia Medievale, XI, 1984, pp. 297-307.
  • G. Ciampoltrini, La trasformazione di Lucca tra XI e XIII secolo. Contributi archeologici, in Archeologia Medievale, XIX, 1992, pp. 701-728.
  • G. Ciampoltrini (a cura di), Bianco conventuale. I servizi da mensa del San Francesco di Lucca fra XV e XVI secolo, Lucca, 2013.
  • G. Ciampoltrini, La piazza del Comune di Castelfranco di Sotto, a cura di E. Abela, Poggibonsi (Siena), 1998.
  • G. Ciampoltrini e F. Maestrini, Frammenti di storia. Archeologia di superficie nel Medio Valdarno Inferiore, S. Croce sull’Arno, 1983.
  • G. Ciampoltrini e P. Notini, Lucca tardoantica e altomedievale: nuovi contributi archeologici, in Archeologia Medievale, XVII, 1990, pp. 561-592.
  • G. Ciampoltrini e P. Notini, Massaciuccoli (Com. Massarosa, Lucca): Ricerche sull’insediamento a Lucca. Un contributo archeologico, in Archeologia Medievale, XX, 1993, pp. 393-407.
  • G. Ciampoltrini e M. Zecchini, Palazzo Arnolfini in Lucca, Lucca, 2002.
  • G. Citriniti, Il consumo di ceramica “graffita” nel monastero di Santa Giustina a Lucca, tra la fine del XV e lo scorcio finale del XVI secolo, Tesi di Specializzazione, Università degli Studi di Firenze - Scuola di Specializzazione in archeologia (Rel. G. Vannini), a.a. 2003/2004.
  • G. Clemente, Ceramisti e produzione ceramica a Pisa tra medioevo ed età moderna, in Ricerche Storiche, nº 3, Ospedaletto (Pi), Pacini, 2017, pp. 133-145.
  • O. R. Constable, Trade and traders in Muslim Spain, Cambridge, Cambridge Studies in Medieval Life and Thought. Fourth series, 24 - Cambridge University Press, 1994.
  • C. Piccolpasso, Li tre libri dell’arte del vasaio, a cura di G. Conti, Firenze, All’Insegna del Giglio, 1976.
  • G. Cora, Storia della Maiolica di Firenze e del Contado. Secoli XIV-XV, Firenze, 1973.
  • A. Corretti e M. A. Vaggioli, Pisa, via Sant’Apollonia: secoli di contatti mediterranei, in M. Tangheroni (a cura di), Pisa e il Mediterraneo: uomini, merci, idee dagli Etruschi ai Medici, 2003, pp. 57-63.
  • E. Cristiani, Nobiltà e popolo nel comune di Pisa. Dalle origini del podestariato alla signoria dei Donoratico, Napoli(Istituto Italiano per gli Studi Storici, n. 13), 1962.
  • M. L. Cristiani Testi, Giovanni di Simone: campanili pensili di Pisa, in Critica d’Arte, vol. 1, LI/9, 1986, pp. 57-64.
  • N. Cuomo di Caprio, Ceramica in Archeologia 2. Antiche tecniche di lavorazione e moderni metodi di indagine, Roma, L’Erma di Bretschneider, 2007, ISBN 88-8265-397-8.
  • F. D’Angelo, Pisani a Palermo alla fine del Duecento, in Antichità Pisane, 1974/2, pp. 45-57.
  • F. D’Angelo, Le ceramiche rinvenute nel convento di S. Francesco d’Assisi a Palermo ed il loro significato, Atti VIII Convegno Internazionale della Ceramica, Albisola, 1975, pp. 99-117.
  • F. D’Angelo, Ceramiche Medievali di produzione locale e d’importazione rinvenute a Marsala (sec. XII .XIV), Atti XI Convegno Internazionale della Ceramica, Albisola, 1978, pp. 55-60.
  • F. D’Angelo, La ceramica nell’archeologia urbana: Palermo nel basso medioevo, La Céramique Médiévale en Méditerranée occidentale, Xe-XVe siècles, Actes du Colloque International, N° 584 (CNRS), Valbonne, 1978, Paris, 1980, pp. 175-182.
  • F. D’Angelo, Scarti di produzione di ceramiche siciliane dell’XI secolo, La ceramica medievale del Mediterraneo occidentale, Atti del Congresso Internazionale - Università di Siena, Siena-Faenza, 1984, Firenze, 1986, pp. 587-594.
  • F. D’Angelo, Ceramica locale e ceramica d’importazione a Brucato, in J. M. Pesez (a cura di), Brucato. Histoire et archéologie d’un habitat médiéval en Sicile, Roma (Ecole Francaise de Rome), 1984b, pp. 451-471.
  • F. D’Angelo, Scarti di produzione di ceramiche siciliane dell’XI secolo, La ceramica medievale del Mediterraneo occidentale, Atti del Congresso Internazionale - Università di Siena, Siena-Faenza, 1984, Firenze, 1986, pp. 587-594.
  • F. D’Angelo, Federico e la Sicilia. Dalla terra alla Corona. Archeologia e Architettura, a cura di C. A. Di Stefano e A. Cadei, Palermo, Ediprint, 1995, pp. 77-80.
  • pp. 6-14 F. D'Angelo e L. Tongiorgi, Figura umana e costume nella ceramica pisana fra il XIV e XV secolo, Antichità Pisane, II/3, Pisa, 1975.
  • F. Davoli, Vita della grande contessa Matilde di Canossa scritta in versi eroici da Donizone prete e monaco benedettino e volgarizzata per la prima volta da Don Francesco Davoli, Reggio Emilia, Stabilimento Tipografico e Litografico degli Artigianelli, 1888.
  • G. Deferrari et al., Per un’archeologia dei villaggi e delle attività vetrarie in Valle Stura (Genova), in Archeologia Medievale, XIX, 1992, pp. 629-661.
  • G. Demians d’Archimbaud, Les fouilles de Mariana (Corse). 3. Le céramiques médiévales, in Cahiers Corsica, nº 17, 1972, pp. 1-16.
  • G. Demians d’Archimbaud, Sophia Antipolis-Valbonne, CNRS, 1980.
  • G. Demians d’Archimbaud e M. Picon, Les céramiques médiévales en France méditerranéenne. Recherches archéologiques et de laboratoire, La Céramique Médiévale en Méditerranée occidentale, Xe-XVe siècles, Actes du Colloque International, N° 584 (CNRS), Valbonne, 1978, Paris, 1980 (1978), pp. 15-42.
  • S. Ducci, M. Baldassarri e G. Gattiglia, Pisa. Via Toselli: indagini preventive al progetto di riedificazione (I campagna, luglio-agosto 2008), in Notiziario della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, nº 4, 2009, pp. 220-228.
  • M. Fanucci Lovitch, Artisti attivi a Pisa fra XIII e XVII secolo, (Biblioteca del “Bollettino Storico Pisano”, Strumenti, 1-2), Pisa, Pacini, 1991.
  • M. Fanucci Lovitch e E. Virgili, I vasai di Pisa ed i loro accordi corporativi del 1419 e del 1421, “Bollettino Storico Pisano”, LIII, Pisa, Pacini, 1984, pp. 291-300.
  • P. A. Fevrier, M. Fixot e L.Rivet, Le palais épiscopal de Fréjus (Var), in L. Vallauri (a cura di), L’église et son environnement. Archéologie médiévale en Provence, Aix-en-provence, Roubaud, 1989, pp. 59-61.
  • S. Fiorilla, Manufatti di incompiuta lavorazione, in S. Scuto (a cura di), Fornaci, castelli e pozzi dell’età di mezzo. Primi contributi di archeologia medievale nella Sicilia centro-meridionale, Agrigento, 1990, pp. 31-34.
  • A. Fornaciari, La sostanza delle forme: morfologia e cronotipologia della maiolica di Montelupo Fiorentino, Firenze, All'Insegna del Giglio, 2016, ISBN 9788878147669.
  • S. Fossati e T. Mannoni, Lo scavo della vetreria medievale di Monte Lecco, in Archeologia Medievale, II, 1975, pp. 31-97.
  • S. Fossati, I. Ferrando e M. Milanese, Le ceramiche medievali di Vico Carità a Genova, Atti VIII Convegno Internazionale della Ceramica, Albisola, 1975, pp. 181-198.
  • R. Francovich, La ceramica medievale a Siena e nella Toscana meridionale (Secc. XIV-XV). Materiali per una tipologia, in Ricerche di Archeologia altomedievale e medievale, 5-6, Firenze, All'Insegna del Giglio, 1982.
  • Scarlino I. Storia e territorio, in Ricerche di Archeologia Altomedievale e Medievale, 9-10, All’Insegna del Giglio, 1985.
  • Rocca S. Silvestro, Roma, Leonardo-De Luca, 1991.
  • R. Francovich e S.Gelichi, Per una storia delle produzioni e del consumo della ceramica bassomedievale a Siena e nella Toscana meridionale, La Céramique Médiévale en Méditerranée occidentale, Xe-XVe siècles, Actes du Colloque International, N° 584 (CNRS), Valbonne, 1978, Paris, 1978, pp. 137-153.
  • R. Francovich e S.Gelichi, Ricerche archeologiche su un insediamento medievale della costa toscana. Prima campagna di scavo nell’area del castello di Scarlino, in Prospettiva, nº 19, 1979, pp. 92-98.
  • R. Francovich, Archeologia e storia di un monumento mediceo. Gli scavi del “cassero” senese della Fortezza di Grosseto, a cura di S.Gelichi, Bari, De Donato S.p.a., 1980a.
  • R. Francovich, La ceramica della Fortezza Medicea di Grosseto, a cura di S.Gelichi, Roma, De Luca Editore, 1980b.
  • R. Francovich, Rocca S. Silvestro e Campiglia. Prime indagini archeologiche, in R. Parenti (a cura di), Quaderni del Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti. Sezione Archeologica - Università di Siena, nº 8, 1987.
  • R. Francovich, S. Gelichi e R. Parenti, Aspetti e problemi di forme abitative minori attraverso la documentazione materiale nella Toscana medievale, in Archeologia Medievale, VII, Firenze, All’Insegna del Giglio, 1980, pp. 173 - 246.
  • R. Francovich, C’era una Volta. La ceramica medievale del Convento del Carmine, a cura di M. Valenti, Firenze, 2002.
  • J. D. Frierman, Medieval Ceramics. VI to XIII Centuries, (Frederick S. Wight Art Gallery – University of California), Los Angeles, 1975.
  • A. Frondoni e F. Geltrudini, Archeologia urbana a Sarzana: indagini preventive d’emergenza, II Congresso di Archeologia Medievale, Brescia, 2000, pp. 107-113.
  • N. Gallo, 14C e archeologia del costruito: il caso del Castello Aghinolfi (MS), in Archeologia dell’Architettura, VI, 2001, pp. 31-35.
  • A. Gardini, Graffito a stecca, bacino (Fig. 60), in P. Melli (a cura di), Galleria Nazionale di Palazzo Spinola. S. Maria della Passione. Per una storia di un edificio dimenticato, “Quaderno Soprintendenza Archeologica della Liguria - Soprintendenza ai Beni A.S. della Liguria”, N°5, 1982, p. 77.
  • A. Gardini, (SV) Noli, il castello di Monte Ursino, in Archeologia Medievale, XX, 1993, p. 524.
  • A. Gardini e F. Benente, Ceramica post-medievale in Liguria: dati archeologici, Atti Convegni Internazionali della Ceramica, Albisola - Savona, XXVII, 1994b, pp. 47-65.
  • A. Gardini, R. Goricchi e P. Odone, I tipi ceramici usati a Genova dai Fieschi nei secoli XII e XIV, Atti V Convegno Internazionale della Ceramica, 1972, pp. 29-46.
  • A. Gardini e M. Milanese, Un’associazione di ceramica del XVI secolo dalla Commenda di Prè a Genova, Atti Convegni Internazionali della Ceramica, Albisola - Savona, XI, 1978, pp. 95-108.
  • A. Gardini e M. Milanese, L’archeologia urbana a Genova negli anni 1964-1978, in Archeologia Medievale, VI, 1979, pp. 129-170.
  • G. Garzella, Pisa com’era: topografia e insediamento dall’impianto tardoantico alla città murata del secolo XII, in Europa Mediterranea. Quaderni, nº 6, Napoli, GISEM - Liguori, 1990.
  • G. Gattiglia e M. Giorgio, Un’area produttiva metallurgica nel cuore di Pisa. Via Consoli del Mare, in Notiziario della Soprintendenza Archeologica per la Toscana, nº 3, 2007, pp. 281-290.
  • G. Gattiglia e M. Milanese, Palazzo Scotto Corsini. Archeologia e storia delle trasformazioni di un’area urbana a Pisa tra XI e XX secolo, Pisa, 2006.
  • R. P. Gayraud, Un type d’importation pisane en Corse et son contexte archéologique: La céramique “a stecca” à Bonifacio, La Céramique Médiévale en Méditerranée occidentale, Xe-XVe siècles, Actes du Colloque International, N° 584 (CNRS), Valbonne, 1978, Paris, 1980 (1978).
  • S. Gelichi, La maiolica arcaica nell’area maremmana costiera: prime notizie per la definizione di un problema, Atti X Convegno Internazionale della Ceramica, 1977a, pp. 119-138.
  • S. Gelichi, Badia al Fango: considerazioni sui materiali di superficie, in Archeologia Medievale, IV, 1977b, pp. 306-313.
  • S. Gelichi, Materiali Tardo-Medievali del Territorio Castiglionese, Castiglion della Pescaia, 1977c.
  • S. Gelichi, Note sui reperti d’età Tardo-Medievale e Rinascimentale rinvenuti a Buriano (provincia di Grosseto), in Faenza, LXIV, 1978, pp. 51-60.
  • S. Gelichi e M. Paoletti, Piombino. Saggio di scavo in via Cavour, in Piombino. Storia e Territorio, I, 1978, pp. 32-42.
  • M. Giorgio, L’ultima maiolica pisana: novità e aggiornamenti sulla produzione di maiolica arcaica a Pisa nel XV secolo, Atti Convegno Internazionale della Ceramica, XLIII, 2011a, pp. 215-227.
  • M. Giorgio, Lo stagno del Campigliese e la produzione di maiolica arcaica pisana. Ipotesi di ricerca, in MARITIMA, in Rivista di storia della Maremma, nº 2, anno I (2012), pp. 86-94.
  • M. Giorgio, Dai bacini ai reperti da scavo: commercio di ceramica mediterranea nella Pisa bassomedievale, Atti XLV Convegno Internazionale della Ceramica 2012, Albenga (SV), 2013, pp. 43-56.
  • M. Giorgio, Reinterpretare e ricontestualizzare i dati archeologici: l’esempio della produzione ceramica di Pisa tra XV e XVI secolo, a cura di P. Arthur e M. L. Imperiale M.L., VII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale, vol. II, Lecce, 9-12 settembre 2015, 2015, pp. 305-309.
  • M. Giorgio, La ceramica nei periodi di transizione: produzione e circolazione di vasellame a Pisa e nel contado tra Quattro e Seicento, Tesi di Dottorato di ricerca in Scienze Umanistiche, sez. Archeologia, Università di Pisa, 2016.
  • M. Giorgio, Colori nel cielo. 50 anni di studi sui Bacini ceramici, Atti L Convegno Internazionale della Ceramica, L/2017, Albenga (SV), 2018, pp. 83-94.
  • M. Giorgio, L’approvvigionamento di argilla a Pisa nel Bassomedioevo e in Età Moderna: analisi, dati materiali e documentali a confronto, in Giorgio M. (a cura di), Storie (di) Ceramiche 4. Ceramica e Archeometria, 2018b, pp. 35-44.
  • M. Giorgio, Produzione e consumo di ceramiche a Pisa: rapporto tra ingobbiate e maioliche nella prima età moderna, in P. De Vingo (a cura di), Le Archeologie di Marilli. Miscellanea di studi in ricordo di Maria Maddalena Negro Ponzi Mancini, Alessandria, 2018c, pp. 579-593.
  • M. Giorgio e I. Trombetta, Dall’ultima maiolica arcaica alle prime ingobbiate graffite: persistenze e trasformazioni nella produzione ceramica a Pisa e nel Valdarno Inferiore tra la fine del XV e gli inizi XVI secolo, Atti Convegno Internazionale della Ceramica, XLIII, 2011, pp. 229-239.
  • A. Hesnard, M. Pasqualini e L. Vallauri, Tant va la cruche à l’eau…, 1993, pp. 19-20.
  • M. Hobart, La maiolica arcaica di Cosa (Orbetello), Atti XXIV Convegno Internazionale della Ceramica, XXIV, 1991, pp. 71-89.
  • D. Istria, Les castelli de Cotone et de Corbo: premiers résultats archéologiques, in H. Marchesi (a cura di), Recherches récentes d’archéologie médiévale en Corse, "Patrimoine d’une île. Patrimoniu isulanu”, 1, Ajaccio, 1995, pp. 29-34.
  • R. Lavagna, L. Trucco e F. Benente, I primi esempi di maiolica arcaica degli scavi del Priamar, Atti XXIII Convegno Internazionale della Ceramica, 1990, pp. 79-100.
  • E. Lesnes, Palermo: S. Domenico, in C. A. Di Stefano e A. Cadei (a cura di), Federico e la Sicilia. Dalla terra alla Corona. Archeologia e Architettura, Palermo, Ediprint, 1995, pp. 301-311.
  • G. Liverani, La maiolica, in “Civiltà delle Arti Minori in Toscana”, Atti del I Convegno, Arezzo, maggio 1971 (Università degli Studi di Siena), Firenze, 1973, pp. 97-112.
  • B. Maccari e J. M. Poisson, La céramique médiévale, in J. M. Pesez (a cura di), Brucato. Histoire et archéologie d’un habitat médiéval en Sicile, Roma (Ecole Francaise de Rome), 1984, pp. 247-450.
  • D. Manacorda (a cura di), Archeologia urbana a Roma: il progetto della Crypta Balbi, 3, Il giardino del conservatorio di S. Caterina della Rosa, Firenze, 1985.
  • T. Mannoni, Gli scarti di fornace e la cava del XVI secolo in via S. Vincenzo a Genova. Dati geologici ed archeologici. Analisi del materiali, Atti Convegni Internazionali della Ceramica, Albisola - Savona, II, 1969, pp. 73-95.
  • T. Mannoni, La ceramica medievale a Genova e nella Liguria, "Studi Genuensi", VII, 1968/69, Bordighera-Genova, 1975a (1968/69).
  • T. Mannoni, Analisi mineralogiche delle ceramiche mediterranee. Nota VI, Atti XII Convegno Internazionale della Ceramica, 1979, pp. 229-239.
  • H. Marchesi (a cura di), Recherches récentes d’archéologie médiévale en Corse, in Patrimoine d’une île. Patrimoniu isulanu, nº 1, Ajaccio, 1995.
  • J. Marryat, A History of Pottery and Porcelain, London, 1857.
  • S. Menchelli, Ateius e gli altri: produzioni ceramiche in Pisa e nell'ager Pisanus fra tarda repubblica e primo impero, Atti del Convegno: Ateius e le sue fabbriche, Pisa, Annali Scuola Normale Superiore, 1995, pp. 333-350.
  • S. Menchelli, Pisa e la ceramica in età romana e tardoantica: le produzioni locali e le importazioni, in M. Baldassarri (a cura di), Pisa città della ceramica. Mille anni di economia e d’arte, dalle importazioni mediterranee alle creazioni contemporanee. Biblioteca del Bollettino Storico Pisano. Collana arte, Pisa, Pacini editore, 2018, pp. 59-68, ISBN 978-88-6995-472-6.
  • J. M. Michel, 34-Céramiques et verres du palais épiscopal de Fréjus (XIVe siècle), in M. Fixot e L. Vallauri (a cura di), L’église et son environnement. Archéologie médiévale en Provence, Aix-en-provence, Roubaud, 1989, pp. 87-88.
  • M. Milanese, La ceramica postmedievale di S. Maria di Castello in Genova: contributo alla conoscenza della maiolica ligure dei secoli XVI e XVII, Atti Convegni Internazionali della Ceramica, Albisola - Savona, IX, 1976, pp. 269-308.
  • M. Milanese, Graffita a girandola, graffita tarda ed altri tipi ceramici post-medievali da uno scarico di fornace in Albisola Superiore, Atti Convegni Internazionali della Ceramica, Albisola - Savona, 1982, pp. 123-144.
  • M. Milanese, L’area dell’ex monastero di S. Margherita ed il versante occidentale del colle di Carignano in Genova, in Archeologia Medievale, XII, 1985, pp. 17-128.
  • A. Molinari, Le ceramiche rivestite bassomedievali, in L. Sagui e L. Paroli (a cura di), Archeologia urbana a Roma: Il progetto della Crypta Balbi. 5. L’esedra della Crypta Balbi nel medioevo (XI-XV secolo), Firenze, All’Insegna del GIglio, 1990, pp. 357-484.
  • A. Moore Valeri, Ceramiche rinascimentali di Castelfiorentino. L’ingobbiatura e graffita in Toscana, Firenze, 2004.
  • A. Moore Valeri, La ceramica marmorizzata in Toscana (1550 - 1650), in Azulejos, nº 2, 2005, pp. 187 - 196.
  • G. Moracchini Mazel, Abbayes primitives et monuments du haut Moyen Age en Corse. II. La chapelle Santa Maria di Lavezzi a Bonifacio, “Cahier Corsica”, nº 59, 1976.
  • S. Nannipieri e F. Redi, Area di S. Vito a Calci (Pisa): risultati parziali dello scavo, in Archeologia Medievale, IX, 1982, pp. 411-415.
  • G.F. Pagnini Del Ventura, Della decima e di varie altre gravezze imposte dal comune di Firenze, della moneta e della mercatura de’ fiorentini fino al secolo XVI, Lisbona - Lucca, 1765-1766.
  • E. Paliaga e S. Renzoni, Le chiese di Pisa. Guida alla conoscenza del patrimonio artistico, Pisa, ETS, 1991.
  • F. Paliaga e S. Renzoni, Chiese di Pisa. Guida alla conoscenza del patrimonio artistico, Pisa, 2005, ISBN 88-7741-604-1.
  • G. Pasquinelli, La ceramica di Volterra nel Medioevo (secc. XIII - XV), in Quaderni Siena, nº 9, 1987, pp. 33-50.
  • M. Pasquinucci, S. Menichelli, Pisa: le terme “di Nerone”, Pisa, 1989.
  • J. M. Pesez, Castello S. Pietro, in C. A. Di Stefano e A. Cadei (a cura di), Federico e la Sicilia. Dalla terra alla Corona. Archeologia e Architettura, Palermo, Ediprint, 1995, pp. 313-324.
  • G. Petralia, Momenti di Storia Medievale pisana. Discorsi per il giorno di San Sisto, a cura di O. Banti e C. Violante, Ospedaletto (Pisa), 1991, pp. 157-187.
  • M. Picon e G. Demians D’Archimbaud, Les importations de c*céramiques italiques en Provence médiévale: état des questions, La Céramique Médiévale en Méditerranée occidentale, Xe-XVe siècles, Actes du Colloque International, N° 584 (CNRS), Valbonne, 1978, Paris, 1980, pp. 125-135.
  • F. Porcella, La ceramica, Pinacoteca Nazionale di Cagliari. Catalogo. Volume I, Sassari, Stampacolor/Muros), 1988a, pp. 177-202.
  • Ceramiche di età medievale e rinascimentale: poli d’importazione tra Italia e Spagna, in Domus et Carcer Sanctae Restitutae. Storia di un santuario rupestre a Cagliari F. Porcella, Cagliari, Paolo Pisano s.r.l., 1988b, pp. 147-174.
  • F. Porcella, I prodotti ceramici, in G. Olla Repetto et al (a cura di), La corona d’Aragona: un patrimonio comune per l’Italia e Spagna (secc. XIV-XV), Cagliari, Janus s.r.l, 1989, pp. 354-383.
  • F. Porcella e M. L. Ferru, La produzione graffita e a slip ware in Sardegna nel XVI - XVII secolo da testimonianze materiali, Atti Convegni Internazionali della Ceramica, Albisola - Savona, XXIV, 1991, pp. 171-184.
  • D. Presotto, Notizie sul traffico della ceramica attraverso i registri della Gabella dei carati (1586-1636), Atti Convegni Internazionali della Ceramica, Albisola - Savona, IV, 1971, pp. 33-46.
  • D. Pringle, La ceramica dell’area sud del convento di S. Silvestro a Genova, in Archeologia Medievale, 1977, pp. 100-160.
  • J. Proust, 1993, p. 21.
  • J.A. Quiros Castillo, S. Gobbato, L. Giovannetti e C. Sorrentino, Storia e archeologia del castello di Gorfigliano (Minucciano, Lucca): campagna 1999, in Archeologia Medievale, 2000, pp. 147, 175.
  • F. Redi, Mercati e consumi: organizzazione e qualificazione del commercio in Italia dal XII al XX secolo, Atti I° Convegno Nazionale del Commercio in Italia, Reggio Emilia - Modena, 1984, pp. 647-670.
  • F. Redi, Ripafratta (Pisa). Rapporto preliminare, 1983-1986, in Archeologia Medievale, XIV, 1987, pp. 289-312.
  • F. Redi, Pisa com’era: archeologia, urbanistica e strutture materiali (secoli V-XIV), in Europa Mediterranea. Quaderni, nº 7, Napoli, GISEM - Liguori, 1991.
  • F. Redi, Spazi e strutture mercantili-produttive a Pisa tra XI e XV secolo, in Spazio urbano ed organizzazione economica nell’Europa Medievale, in A. Grohmann (a cura di), Atti del 11 Convegno Internazionale di Storia Economica, in Annali della Facoltà di Scienze Politiche, 29, Materiali di Storia, 14, Napoli, Edizioni Scientifiche italiane, 1994, p. 321.
  • F. Redi e F. M. Vanni, Ripafratta (Pisa). Rapporto preliminare, 1983-1986, in Archeologia Medievale, XIV, 1987, pp. 289-318.
  • C. Renzi Rizzo, Maiolica arcaica, in O. Banti (a cura di), Il fiume, la campagna, il mare. Reperti documenti immagini per la storia di vecchiano, Pontedera, Bandecchi e Vivaldi, 1988, pp. 212, 215-216.
  • C. Renzi Rizzo, Tegolai, Barattolai, Vasellai a Pisa nel XIII secolo: note sui produttori di ceramica pisana e sulla loro distribuzione all’interno della città, “Bollettino Storico Pisano”, LXIII, Pisa, Pacini, 1994, pp. 61-83.
  • C. Renzi Rizzo, Il mare, la terra, il ferro. Ricerche su Pisa medievale (secoli VII-XIII), a cura di G. Berti e M. Tangheroni, Ospedaletto (PI), Pacini, 2004.
  • E. Riccardi, Reperti archeologici rinvenuti attorno all’isola Gallinara di Albenga, Atti XI Convegno Internazionale della Ceramica, 1978, pp. 199-209.
  • C. Richarte, Un faubourg médiévale, 1993.
  • M. Ronzani, Il Francescanesimo a Pisa fino alla metà del Trecento, in Bollettino Storico Pisano, LIV, Pisa, 1985, pp. 1-55.
  • G. Rosselló Bordoy, Ensayo de sistematización de la cerámica árabe en Mallorca, Palma de Mallorca, Graficas Miramar, 1978..
  • D. Rovina, Ceramiche graffite medievali e postmedievali dal S. Nicola di Sassari e altri siti della Sardegna centro-settentrionale, Atti XIX Convegno Internazionale della Ceramica, 1986, pp. 201-209.
  • D. Salvi, La maiolica arcaica dal pozzo medievale di Bia ‘e Palma, A Selargius (Cagliari), in Quaderni Soprintendenza Archeologica per le province di Cagliari e Oristano, 4, II, 1987, pp. 151-160.
  • D. Salvi, Testimonianze archeologiche, Dolianova, T. G. del Porteolla, 1989.
  • D. Salvi, La ceramica d’importazione, in Traffici Naufragi Miracoli, Testimonianze di terra e di mare, Giuda all’esposizione, Villanovaforru, Cagliari-Grafica STEF, 1989-90, pp. 2-6, 22-32.
  • Autori vari, (Samarcande) Terres secrètes de Samarcande. Ceramiques du VIIe au XIIIe siècle, Paris, Institut du Monde Arabe, 1992.
  • P. Sangriso, La terra sigillata pisana, in M. Baldassarri (a cura di), Pisa città della ceramica. Mille anni di economia e d’arte, dalle importazioni mediterranee alle creazioni contemporanee. Biblioteca del Bollettino Storico Pisano. Collana arte, Pisa, Pacini editore, 2018, pp. 69-75, ISBN 978-88-6995-472-6.
  • S. Sodi e M. Burresi, La basilica di San Piero a Grado, Pisa, Edizioni ETS, 2010.
  • D. Stiaffini, “Terra bianca di Siena” da documenti dell’inizio del XVIII secolo, Atti Convegno Internazionale della Ceramica, XXXIV, 2002, pp. 59-67.
  • M.L. Testi Cristiani, Nicola Pisano architetto scultore, Pisa, Pacini, 1987.
  • E. Tolaini, Forma Pisarum. Storia urbanistica della città di Pisa - problemi e ricerche, Pisa, Nistri-Lischi, 1979.
  • L. Tongiorgi, Pisa nella storia della ceramica, in Faenza, 1964, pp. 3-24.
  • L. Tongiorgi, Pisa nella storia della ceramica, II, in Faenza, LVIII, 1972, pp. 125-139.
  • L. Tongiorgi, Pisa nella storia della ceramica, II, in Faenza, LVII, 1979, pp. 125-139.
  • L. Tongiorgi e G. Berti, Bacini della chiesa di S. Martino in Pisa databili al secolo XIV, Centro Ligure per la Storia della Ceramica), 1971, pp. 307-315.
  • I. Trombetta, La produzione di ceramica ingobbiata in Toscana. Per una caratterizzazione dei centri produttivi attivi tra XVI e XIX secolo nel Valdarno Inferiore (tesi di dottorato - Tutor Prof. F. Redi), Università de L’Aquila, 2009.
  • C. Varaldo (a cura di), Archeologia urbana a Savona: scavi e ricerche nel complesso monumentale del Priamar. II. 2. Palazzo della Loggia (scavi 1969-1989). I materiali, Bordighera - Savona, 2001.